Vesparaduno a San Filippo

Vesparaduno a San Filippo

Anche quest’anno a S. Filippo, in concomitanza con i festeggiamenti di S. Marco, il gruppo “” ha organizzato il (quarto?) raduno di Vespe e . Di solito la giornata del 25 aprile la passo con gli amici a far la tradizionale frittata in riva al Tagliamento, ma per questa volta ho deciso di passare  il sabato notte in riva al fiume a far baldoria con gli amici e la domenica con la !

Reduce da un sabato sera “combattuto” tra maiale allo spiedo, fagioli, vino e birra a volontà,  domenica mattina  son riuscito a  svegliarmi per andare a fare la prima uscita con la mia Vespa. Dovete sapere che al raduno precedente mi son ritrovato con la gomma a terra ancora prima di partire da casa ed ho optato per fare il giro da passeggero. Quella mattina di sostituire la ruota non se ne parlava proprio, colpa del solito sabato sera passato nei campi di battaglia (leggete cantine).

Ma torniamo al raduno di S. Filippo, la giornata era calda soleggiata, proprio l’ideale per fare un giro su due ruote, salgo in sella e vado fino all’area festeggiamenti.  La quota di partecipazione era di 17 euro e comprendeva: maglietta ricordo, 2 soste con rinfresco, pranzo, biglietto della lotteria e premi vari (io non ho vinto niente con l’estrazione e del premio per il gruppo più numeroso, non sentirò nemmeno l’odore… povera soppressa chissà che fine avrà fatto).

Il giro è stato carino, soste di ristoro ben  fornite, anche se nella seconda è mancato l’ultimo giro di prosecco, ma non importa, mica è colpa loro se in giro ci sono pochi astemi ed abbiamo prosciugato tutto! A pranzo la pasta era condita con un ottimo ragù, e la costa era ben cotta. Tutto perfetto direte voi… e invece no! Ho come la sensazione che quest’anno la sfiga mi abbia preso di mira, e stia sparando alle gomme per fermarmi, anche in questa seconda uscita ho forato, mi son fatto un tratto di giro in furgone, poi alla prima sosta con l’aiuto di qualche amico ho riparato la gomma per poter proseguire il tour in vespa, per fortuna  senza altri intoppi.

A parte la piccola magagna della ruota bucata la giornata è andata bene, grazie al gruppo di amici che ritrovo ad ogni raduno, all’organizzazione ed al tempo che ci ha finalmente regalato una domenica di sole.

Ti è piaciuto l'articolo? offrimi una birretta!

Lascia un commento