Roba de osmiza

Roba de osmiza

Poco tempo fa ho pensato che non ero mai stato a quando tira la , ed oggi mi sembrava la giornata giusta per colmare questa lacuna.

Chiaramente la Vespa è rimasta in garage ed ho preso il treno, troppo e troppo vento per raggiungere Trieste con le due ruote!

Probabilmente non potevo scegliere giornata “migliore”, vero che la bora non era poi così forte in questa giornata,però trovare il “Molo Audace” ghiacciato dagli spruzzi delle onde non capita tutti i giorni.

Stufo di prendere freddo sono andato in cerca di riparo tra i palazzi della città e passeggiando ho trovato un localino che ha attirato la mia attenzione “robe da ”. Le sono posti tipici del carso dove gli agricoltori vendono direttamente i loro prodotti, in una di queste frasche non ci sono mai stato, ma mi son sempre promesso di andarci, è stato per questo che il locale ha attirato la mia attenzione.

Il posto è piccolo ma accogliente, se non fosse stato che in quel momento c’erano degli avventori un po’ stravaganti, per non dire alcolizzati, mi he stato servito un buon bicchiere di vino “terrano” ed un paninetto con pane e salame, due euro per il vino, uno per il panino, a fare il tirchio avevano pure il vino da un euro, ma volevo assaggiare qualcosa di nuovo per il mio palato. Il locale è stato promosso,  se vi piacciono i posti rustici ed il buon vino una visita è d’obbligo.

Il locale si trova in via della torretta, non lontano dal centro, il sito è www.robadeosmiza.com

Ecco alcune foto dei Trieste  spazzata dalla bora e del locale.

 

Ti è piaciuto l'articolo? offrimi una birretta!

Lascia un commento